Spada bastarda: quando?

09.01.2013 12:36

 

 

Vagando qua e là ho trovato uno spunto per un interessante argomento nuovo.
Un dibattito fra vari interlocutori sulla spada bastarda e la spada a una mano e mezza.
Nel dibattito l'interlocutore A contestava l'uso di una spada bastarda in una rievocazione del 1275 in quanto, secondo questa persona, è una spada che è comparsa solo nel 1380.

L'interlocutore B allora ha esposto una propria ricerca in merito alla comparsa/uso della spada bastarda:

Rilievo raffigurante l’arresto di Gesù con S. Pietro che brandisce una spada a una mano e mezza - Metà del XIII secolo - Cattedrale di Naunberg, Germania;

Arcangelo che brandisce spada e boccoliere - XIII secolo, bibliotheque National;

Disegno tratto dal manuale Eskirmye de Bokyle ( XII secolo).

Interlocutore C aggiunge che anche la spada bastarda arriva a XIV secolo iniziato.

Interlocutore B ripete che la spada usata è una bastarda del XIII secolo.

Interlocuote D (solo a titolo informativo se no usciamo dal discorso di partenza) controbatte:
Il manuale Eskirme de Bokyler del XII secolo non esiste in quanto ill trattato più antico di scherma e per l'esattezza di spada e boccoliere noto come I.33 viene fatto risalire verso la fine del XIII secolo.


 

Traendo spunto dunque da questo scambio di battute, voi che ne pensate?

Aggiornamento:


 

Dal forum di Villaggio Medievale riporto

Ewart Oakeshott segnala la tipologia XIII come presente nel XIII Secolo.

In particolare, prendendo come riferimento i testi "Sword in the age of chivalry" (1964, poi rivisto e corretto nel 1994) e "Record of the Medieval Sword" (1991), le spade di questa sotto-tipologia sono caratterizzate da una impugnatura piu' lunga (15-25 cm) rispetto alla tipologia XIII, e una lama decisamente lunga rispetto ad una normale spada da una mano (81-101 cm). Vengono inoltre riportati alcuni riferimenti a spade di questo citate in inventari, cronache e poemi come "Epees de Guerre", "Grete War Sword" o "Swerdes of Werre".


 

A maggior riprova dell'utilizzo a "mano e mezza" si ha dal bozzetto riportato sul libro, tratto dal Terrion Psalter (purtroppo non ho trovato un'immagine dell'originale in rete per postarla qui, e l'unica immagine del bozzetto di oakeshott e' nel logo della fondazione a lui nominata. Chiedo autorizzazione a postare il loro logo, se puo' essere considerato interessante nella discussione).


 

I reperti di spade di tipo XIIIa inseriti nel periodo in discussione, mostrati su "Record of the medieval sword" sono i seguenti:

XIIIa.9 -> collocabile tra il 1200 e il 1250.

XIIIa.10 -> collocabile tra il 1270 e il 1330.

XIIIa.11 -> collocabile al piu' tardi tra il 1200 e il 1250.

XIIIa.12 -> collocabile tra il 1250 e il 1300.

XIIIa.13 -> collocabile tra il 1120 e il 1150.

XIIIa.14 -> collocabile tra il 1250 e il 1300.

XIIIa.15 -> collocabile tra il 1210 e il 1320.


 

Anche considerando la data piu' avanzata di queste datazioni abbiamo spade da mano e mezza sia nel XII che nel XIII secolo.


 

Mi rendo conto che Ewart Oakeshott sia solo una voce tra tante altre, ma che io sappia e' tuttora considerato uno dei piu' grandi esperti di spade, nonostante sia morto nel 2002.


 

---> vi aggiungo il seguente link

http://www.oakeshott.org/Typo.html  in cui sono presenti le varie tipologie di spada. Nel suo libro Oakeshott da una datazione a ogni tipologia. Purtroppo al momento non ho questo libro che spero di trovare in qualche biblioteca per leggerlo.


 

--> Trovabile on line se qualcuno lo vuole http://www.amazon.com/Records-Medieval-Sword-Ewart-Oakeshott/dp/0851155669


 

Secondo Oakeshott dunque ci sono reperti archeologici risalenti al XII secolo di "possibili" (aggiungo io) spade bastarde o usate comunque a due mani in quando l'impugnatura è allungata rispetto alle spade a una mano dello stesso periodo.


 

Oakeshott riporta la miniatura che già ho pubblicato sulla bacheca del gruppo

http://farm3.static.flickr.com/2766/4538657661_e8334cae57_o.jpg

presa dal--  London, British Library, Add. MS 24686 Alphonso Psalter, 1284


 

---> quindi trattasi di un riscontro iconografico di un "uso". L'armato porta lo scudo a mandorla a tracolla, usa la spada con entrambe le mani.

II Aggiornamento


 

Mostra sulla spada ad Aosta (catalogo Electa): c'erano delle spade bastarde: 1 m la lama, impugnatura di 20 cm circa della fine del secolo XII.


 

29 giugno al 4 novembre 2007, quaranta tra le spade più belle e meglio conservate d’Europa saranno in esposizione al Museo Archeologico Regionale di Aosta, nell’ambito della rassegna "À Bon Droyt. Spade di uomini liberi, cavalieri e santi" curata da Mario Scalini. La mostra vuole ripercorrerne l’evoluzione dall’età del bronzo fino al Rinascimento italiano, passando per l’epoca romana e il Medioevo.

Gli oggetti, provenienti dai musei di Francia, Germania, Belgio, Austria e da molte regioni dello “Stivale”, sono stati scelti per offrire la più ampia testimonianza delle fogge e decori dell’intera Europa, dalla Scandinavia alla Spagna, dalla Polonia alle isole britanniche.


 

 

-Ambra-

Argomento: Spada bastarda: quando?

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Blog

II edizione festa medievale a Sarezzano (AL)

01.09.2014 15:22
  II edizione della festa medievale a Sarezzano (AL). Dalle ore 15, in Piazza Marconi, ci sarà l'accampamento dei soldati di guardia al Castello in vista di un attacco dell'Imperatore Barbarossa, che nel 1155 aveva posto sotto assedio la vicina città di Tortona. Inoltre, dimostrazioni di tiro...

Il bambino nella Grecia antica - parte II

02.05.2014 11:28
Il bambino nella Grecia antica   Questi brevi articoli che si susseguiranno intendono dare una piccola introduzione al mondo dell'infanzia nell'antica Grecia, senza pretendere di essere esaustivi, ma almeno di porre le basi per spingere a un interesse privato e personale dei nostri cari...

Musica antica e tradizionale Anno I n°4

27.04.2014 11:31
ANNO I n° 4   Musica antica e tradizionale a cura de La Compagnia del coniglio associazione culturale L'idea di questo spazio è nata dalla collaborazione sempre più assidua con i redattori del blog, e si prefigge di dare qualche indicazione sulla musica antica e tradizionale, di spiegare gli...

Pillole di araldica, ANNO I - n° 1

20.04.2014 11:27
ANNO I n° 1 Pillole di araldica a cura di Sara Doglioli         L'araldica è un fenomeno nato in Europa e che è ancora molto in uso,nonostante siano passati all’incirca ottocento anni dalla sua istituzione.Essa è ancora in vita non solo nel nostro ma anche negli altri...

Il pulpito di Nicola Pisano a Siena

12.04.2014 12:00
Il pulpito di Nicola Pisano a Siena       Nicola Pisano (1215/1220-1278/1284) opera con la sua bottega a Siena, nel duomo, creando questo pulpito tra il 1265 e il 1269. L'opera riprende lo schema del precedente pulpito pisano, anche in questo caso Nicola progetta un podio poligonale...

ATLANTE STORICO DELLA MUSICA MEDIEVALE

04.04.2014 17:57
L’Associazione Culturale Italia Medievale e Jaca Book sono lieti di invitarvi sabato 5 aprile 2014 alle ore 17.00, presso la Libreria Jaca Book “Città Possibile” in Via Frua 11 a Milano per la presentazione dell’Atlante Storico della Musica Medievale (Jaca Book, 2011) a cura di Vera Minazzi e...

Federicus, festa medievale, Altamura

04.04.2014 11:57
FEDERICUS Dal 25 al 27 aprile 2014  Altamura          Secondo la leggenda, Altamura, città della provincia di Bari, situata su una collina dell’Altopiano delle Murge, già distrutta da Orlando, fu ricostruita da Federico II di Svevia nel XIII secolo. L’imperatore...

La carota viola

04.04.2014 11:00
La carota viola antiossidante e antifiammatoria     La prima carota coltivata in Occidente era violacea e venne messa in coltura dai Romani nel I sec. a.C. Dopo una prima sparizione essa venne reintrodotta dagli Arabi tra VIII e X sec. d.C. Nel XIV secolo in Europa si importavano carote...

Pieve di San Zaccaria

04.04.2014 03:11
PIEVE DI SAN ZACCARIA ROCCA SUSELLA       Costruita probabilmente nella prima metà del XII secolodai maestri comacini, è' citata per la prima volta in un documento del 1164 e nominata nel 1198 in una bolla di Papa Innocenzo l. Da essa, come Capo-Pieve, dipesero fino al 1700 le...

Il bambino nella Grecia antica - parte I

02.04.2014 20:26
Il bambino nella Grecia antica   Questi brevi articoli che si susseguiranno intendono dare una piccola introduzione al mondo dell'infanzia nell'antica Grecia, senza pretendere di essere esaustivi, ma almeno di porre le basi per spingere a un interesse privato e personale dei nostri cari...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>