Un pezzo di storia della moda: l'intimo femminile nel XV secolo

02.07.2013 22:00

Un pezzo di storia della moda: l'intimo femminile nel XV secolo

 

Una scoperta avvenuta nel 2008 potrebbe riscrivere la storia della biancheria intima: circa 600 anni fa le donne indossavano reggiseni.

Nel 2008, nel castello di Lengberg, nel Tirolo orientale (Austria) fu scoperta una volta nascosta nel secondo piano (probabilmente costruita durante l’aggiunta del secondo livello) che conteneva resti del XV secolo, comprendenti una miriade di frammenti di tessuto di varia natura, monete, documenti e pezzi di ceramica. Tra questi reperti figurano anche quattro reggiseni di lino, uno dei quali rassomiglia molto ad un reggiseno moderno, con tracce di pizzo attorno agli orli.

L'Università di Innsbruck ha dichiarato che i quattro reggiseni di lino risalgono alla fine del Medioevo,
Un esemplare in particolare "appare esattamente come un (moderno) reggiseno", come affermato da Hilary Davidson, curatrice di moda per il Museo di Londra.

Fino a questo ritrovamento si credeva che il reggiseno di tipo moderno fosse stato inventato solamente un secolo fa.

Anche se le vesti di lino sono state rinvenuti nel 2008, non hanno fatto notizia fino al 2012 quando uscì un articolo della BBC History Magazine.

L'archeologa responsabile della scoperta è Beatrix Nutz.

 

Mutande risalenti al tardo XV secolo.

Foto dell'Istituto Archeologico dell'Università di Innsbruck.

Scoperta effettuata nel Lengberg Castle in Tirolo, Austria.

 

Il castello venne costruito dai conti di Lechsgemünde a partire dal tardo XII secolo, e nel XIII secolo passò sotto il controllo dell’Arcivescovo di Salisburgo.

Nel corso del XV secolo il nobile Virgil von Graben, della famiglia Meinhardiner, aggiunse un secondo piano alla struttura. La cappella del castello venne completamente ricostruita nel 1485, e il vescovo di Caorle, Pietro Carlo, la consacrò nell’ottobre di quello stesso anno. Sia l’aggiunta del secondo piano sia la costruzione della cappella furono registrate da Paolo Santonino, un umanista italiano conosciuto per i suoi diari di viaggio.

Il territorio del Tirolo dell’est fu ceduto al Regno di Baviera durante le guerre napoleoniche, e ritornò sotto controllo austriaco dopo il Congresso di Vienna.

Nel 1821 il castello divenne proprietà privata. Acquistato da un uomo d’affari olandese nel 1920, fu ristrutturato in modo da poter tornare nuovamente abitabile.


 

Fonte:

Daily Mail Online - articolo di Dalya Alberge
pubblicato il 16 luglio 2012
http://www.dailymail.co.uk/femail/article-2174568/Found-castle-vault-scraps-lace-lingerie-rage-500-years-ago.html

 

Yahoo news – articolo di George Jahn

pubblicato il 19 luglio 2012

http://news.yahoo.com/600-old-linen-bras-found-austrian-castle-192408678.html